A RITMO DI PIZZICA

pizzica salentina

In primavera inoltrata, non appena le giornate iniziano a scaldarsi, i frenetici ritmi della pizzica invadono case, borghi e piazze di tutto il Salento.

pizzica salentina, notte della taranta

Il tradizionale ballo popolare anima tutte le feste patronali e le imperdibili sagre che, durante l’estate, accolgono sia i salentini che i turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Le Origini della pizzica

La pizzica ha origini antiche , la sua prima comparsa viene collocata intorno al 1400 e molte sono le storie che la raccontano. Si parla di un suo legame con il culto di Dioniso e con i festeggiamenti sfrenati in suo onore.

Si racconta che il ritmo della pizzica avesse un effetto “terapeutico” per coloro che avevano subito il morso della tarantola, le “pizzicate”,  appunto.

pizzica salentina, notte della taranta

I musicisti suonavano per lo più all’interno delle case e le donne ballavano inebriate dall’effetto del veleno, fino ad eliminarlo completamente dal proprio corpo. Scene che oggi ricordano antichi o cinematografici esorcismi.

La pizzica, dunque, è una forma di tarantella e diverse sono le danze associate a questo ritmo.

La pizzica-pizzica è il ballo di coppia che si sviluppa come una sorta di sensuale corteggiamento. L’uomo e la donna danzano sfiorandosi con movimenti circolari senza mai toccarsi. La donna conduce il ballo attirando le attenzioni dell’uomo con movenze provocanti, sfuggendo, tuttavia, ai tentativi dell’uomo di avvicinarsi, con cambi di passo repentini.

pizzica salentina, notte della taranta

Il ballo della donna viene spesso accompagnato dall’uso di un fazzoletto rosso, simbolo dell’amore. Il fazzoletto viene consegnato al prescelto che a sua volta accetterà la decisione della donna abbandonandosi ad una danza passionale.

La pizzica-scherma, invece, è una variante ormai in disuso, ballata solo da uomini che a ritmo di musica, simulano una sfida all’arma bianca mimandone i movimenti con le braccia.

La pizzica-taranta comprende invece tutti i canti popolari eseguiti al ritmo dei tamburelli che avevano lo scopo di esorcizzare il morso dalla tarantola.

Oggi il ritmo della tarantella attira musicisti di ogni genere, che con i loro arrangiamenti riempiono le principali piazze del Salento, in un concerto itinerante organizzato nel mese di agosto e che culmina poi nella famosissima “Notte della Taranta” a Melpignano.

pizzica salentina, notte della taranta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *